Il servizio in negozio: successi ed errori
24.10.2023 3120

Il servizio in negozio: successi ed errori

Cos'è il servizio in un negozio di moda? Quali sono le aspettative dei clienti riguardo allo shopping oggi? E in che modo la qualità dei servizi forniti e, quindi, il livello delle vendite e dei ricavi del negozio dipendono dalla competenza e dalla motivazione dei venditori? Risponde l'esperta di vendite e acquisti SR, consulente aziendale Elena Vinogradova.

Elena Vinogradova Elena Vinogradova - un esperto di vendite e acquisti nel settore della moda. Autore di un blog aziendale per negozi di abbigliamento, calzature e accessori.

https://t.me/fashionbusinessblog
https://youtu.be/ITZYQCURGGs

Un negozio oggi è uno spazio confortevole dove il cliente non solo effettua un acquisto, ma trascorre il tempo con piacere.

Le persone vengono per emozioni positive e un'atmosfera che crea impressioni e nuove esperienze. L'era del consumismo (culto del consumo, desiderio di avere tante cose, brand mania – ndr) sta passando: cerchiamo un senso nello shopping, vogliamo essere coinvolti in qualcosa di più del semplice acquisto di una nuova borsa o un paio di scarpe.

Ciò è particolarmente importante nei negozi premium e di lusso, ma sia nel mercato di massa che nel segmento economico, la scelta del cliente, a parità di prezzo, andrà verso il negozio che offre il miglior livello di servizio.

Il servizio di prima classe supera le aspettative del cliente e lo lascia euforico. E non è una questione di budget, ma soprattutto di attenzione e di atteggiamento sincero.

Quali sono gli errori di servizio più comuni nei negozi di moda?

Diverse volte al mese conduco audit dei negozi come acquirente segreto e posso identificare quattro situazioni tipiche:

1. I venditori non riescono ad applicare con qualità le competenze di vendita di base. Fasi elementari: saluto, presa di contatto, identificazione dei bisogni, presentazione e altro mancano o vengono eseguite al momento sbagliato, in modo goffo e, di conseguenza, sono inefficaci e non portano alla vendita.

2. Esiste il livello base di competenze, ma non sono ancora presenti la profonda conoscenza e il livello di abilità richiesti per un servizio di prima classe. L'ispirazione, le emozioni nella comunicazione, l'amore per un brand, un'azienda, vengono trasmessi da pochi. Non c'è energia nel servizio, il personale lavora in modo distaccato, c'è una sensazione di indifferenza e di esaurimento.

3. I consulenti di lunga data, fiduciosi nella forza della propria esperienza, diffidano dell’idea di apprendere e diventare più forti. La realtà è che spesso i “veterani” non fanno le cose basilari.

4. Vedo spesso, soprattutto nei segmenti lusso e premium, atteggiamenti diversi nei confronti dei “nostri” e nuovi clienti. Questo è molto evidente in tutte le fasi del lavoro: dal saluto all'addio. Naturalmente è più facile vendere alla “nostra gente”. Ma in questo caso, elimini deliberatamente la possibilità di far crescere la tua base di clienti.

Tutto ciò, di regola, è associato alla mancanza di standard di lavoro, a un sistema di motivazione debole, a un sistema di formazione e controllo del personale inefficace o assente e ad approcci obsoleti al servizio in generale.

A cosa dovresti prestare attenzione quando recluti il ​​personale per un negozio

Amore per le vendite e sincero desiderio di essere utili.

La cosa principale è che il negozio è gestito da professionisti appassionati. Ti consiglio durante il colloquio di invitare il candidato a venderti un modello della collezione e a risolvere un caso di servizio dalla pratica del tuo negozio. Molto diventerà chiaro immediatamente.

Raccomandazioni generali per i gestori dei negozi

Se ti trovi di fronte a un calo delle vendite, analizza gli indicatori di prestazione del negozio ed esegui un audit indipendente. Molto spesso la ragione è interna all’azienda e al team.

Se sei in una fase di crescita, non riposare sugli allori. Pianifica e monitora i KPI dei dipendenti, apprendi, sviluppa e istruisci costantemente il tuo team.

A cosa dovresti prestare attenzione nella formazione del personale:

1. Un approccio sistematico alla formazione e non un approccio una tantum all'ingresso in azienda o una volta all'anno.

2. Formazione regolare non solo del personale lineare, ma anche di quello gestionale.

3. Motivazione materiale e immateriale in una combinazione obbligatoria.

4. Non solo corsi di formazione classici sugli standard di vendita, ma anche programmi che riflettono le caratteristiche del marchio e i valori dell'azienda, programmi speciali per sostenere l'equilibrio psicologico, la salute e l'energia dei dipendenti, a cui le aziende internazionali prestano particolare attenzione.

5. Formazione e sostegno consapevole e continuo della cultura aziendale.

È importante sviluppare tra i dipendenti l’abitudine all’apprendimento e allo sviluppo continuo: il mercato sta cambiando e con esso cambiano le aziende di successo.

Cos'è il servizio in un negozio di moda? Quali sono le aspettative dei clienti riguardo allo shopping oggi? E come la qualità dei servizi forniti, e quindi il livello delle vendite e dei ricavi del negozio, dipendano da competenza e motivazione...
2.94
5
1
3
Si prega di valutare l'articolo

Materiali correlati

Come implementare i funnel di vendita nel settore calzaturiero

Attrarre e fidelizzare i clienti è il motore più importante della crescita delle vendite in qualsiasi azienda. In genere, le aziende assegnano un budget pubblicitario come percentuale delle entrate totali. In media, questa percentuale varia da tre a cinque. E se l'azienda...
21.11.2023 2467

Metodi efficaci che aiuteranno a migliorare l'efficacia dei venditori

Molti direttori di negozio affrontano il problema del burnout del personale che lavora nel reparto vendite. I precedenti schemi di motivazione per i venditori – “stipendio +%” non funzionano più oggi, e quindi sono necessari nuovi modi per interessare i dipendenti...
30.10.2023 3577

Come determinare la quantità di acquisti di scarpe per la prossima stagione?

All'inizio della stagione degli acquisti per una nuova collezione, gli acquirenti si trovano ad affrontare un compito difficile: devono assumersi la responsabilità e decidere quante scarpe acquistare in modo che siano sufficienti per soddisfare il piano di vendita, e alla fine della stagione per raggiungere la norma stabilita...
18.07.2023 3912

Cinque regole dell'illuminazione professionale per un negozio di scarpe: qualcosa che sia rilevante in ogni stagione

Quando si sviluppa un concetto di illuminazione per i rivenditori di scarpe, è importante tenere conto non solo della storia del marchio, del contenuto architettonico dei locali, del pubblico target dei negozi, ma anche della stagionalità del prodotto. Con l'arrivo della stagione fredda le preferenze dei clienti cambiano...
30.05.2023 5297

Come trasformare un negozio “stanco” in uno ricco di atmosfera

In una situazione di restrizioni economiche, non tutti i marchi e non tutte le aziende possono liberare fondi aggiuntivi per avviare un'espansione attiva, sviluppare un nuovo concetto o effettuare aggiornamenti su larga scala di quelli esistenti...
22.11.2022 5688
Quando ti registri, riceverai notizie e articoli settimanali sull'attività calzaturiera sulla tua e-mail.

All'inizio