Rieker
Il mercato è pronto per l'etichettatura? Opinioni dei leader del settore calzaturiero
12.11.2019 15571

Il mercato è pronto per l'etichettatura? Opinioni dei leader del settore calzaturiero

Molto è già stato scritto sulla marcatura obbligatoria delle scarpe che sarà introdotta in Russia il 1 ° marzo 2020, ma abbiamo deciso di chiedere nuovamente all'azienda stessa la sua disponibilità a lavorare sul nuovo sistema. Abbiamo espresso tre domande:

  1. Come va la preparazione per l'etichettatura nella tua azienda?
  2. Quali sono le tue aspettative?
  3. Condividete l'umore positivo degli autori e dei sostenitori dell'idea dell'etichettatura obbligatoria che i prodotti illegali lasceranno il mercato russo?

I rappresentanti delle aziende parlano in dettaglio della loro situazione attuale.

Shahin Asadov Shahin Asadov - CEO di Riker Vostok

“Forniamo già scarpe etichettate, ma ci sono problemi con l'automazione della trasmissione e l'elaborazione dei dati nel centro di distribuzione centrale. I rivenditori hanno ancora problemi irrisolti con resi, trasferimenti, ecc. Non condivido categoricamente l'umore positivo per quanto riguarda anche una riduzione dei prodotti illegali (contraffazione, plagio). Credo che chiunque la pensi diversamente sia o un incorreggibile ottimista, il cui ottimismo prevale sull'analisi razionale, o abbia i propri interessi e spera di pescare pesci in acque agitate (li capisco, perché almeno il motivo è chiaro), o un ingenuo ignorante ".

Vitaly Stepin Vitaly Stepin - Vice CEO Baden

"Stiamo preparando attivamente per l'etichettatura dei prodotti, ma a causa della mancanza di una tabella di marcia chiara e della costante introduzione di modifiche alle linee guida da parte del MDTC, il processo di preparazione è molto complicato. Le ultime informazioni dell'MDCT secondo cui i codici di aggregazione possono essere assegnati solo a prodotti identici in un pacchetto hanno messo tutti i partecipanti al mercato in una posizione difficile. Ciò è dovuto al fatto che il numero di scarpe è una caratteristica integrale delle scarpe e affinché gli stessi articoli siano all'interno della confezione, non dovrebbero essere solo un articolo, ma anche una taglia. E questo è impossibile, perché qualsiasi cliente, ordinando scarpe, vuole ottenerlo in una tabella taglie da 36 a 41 dimensioni in una scatola.

Allo stesso tempo, anche i grandi attori del mercato saranno in grado di fare a meno dei codici di aggregazione, perché se sono assenti, quando le merci arrivano ai magazzini, dovranno essere prese in coppia e questo paralizzerà il magazzino. Pertanto, siamo costretti a introdurre i nostri codici di aggregazione, ma questi non saranno disponibili nella base MDG e quindi non saranno disponibili per i nostri clienti all'ingrosso. Di conseguenza, quando si accettano merci, i clienti dovranno aprire ogni scatola e registrare ciascuna coppia separatamente, e ciò complicherebbe e rallenterà notevolmente il processo di posizionamento delle merci sugli scaffali dei negozi, specialmente nelle grandi catene. E questo è solo uno dei problemi che affrontiamo costantemente nel processo di introduzione dell'etichettatura. Rimane molto poco tempo prima di effettuare ordini e iniziare il processo di marcatura e non ci sono ancora raccomandazioni chiare.

"Speriamo vivamente che i prodotti illegali lascino il mercato, perché altrimenti non otterremo nient'altro che difficoltà e costi aggiuntivi".

Alexey Kozlov Alexey Kozlov - Direttore esecutivo del GRUPPO WORTMANN in Russia

“Tutte e cinque le società incluse nel GRUPPO WORTMANN in Russia partecipano a un progetto pilota. Al momento, stiamo finalizzando i nostri sistemi di informazione in Russia e Germania e stiamo sviluppando processi logistici per avviare con successo l'etichettatura obbligatoria per noi e i nostri clienti.

Oggi ci adattiamo alla tempistica di implementazione pianificata e non vediamo alcun ostacolo che potrebbe impedirci di attuare il progetto entro la data stabilita dalla legge - 1 marzo 2020.

Condividiamo uno stato d'animo positivo e siamo fiduciosi che i prodotti illegali, se non scompaiono completamente dal mercato, almeno saranno ridotti più volte. Naturalmente, per raggiungere questo risultato, ci vorranno del tempo e degli sforzi da parte sia della comunità imprenditoriale che delle agenzie governative. "

Dmitry Karpenko Dmitry Karpenko - Direttore IT di Obuv Rossii GK

"Abbiamo partecipato a un progetto pilota di etichettatura, in generale, abbiamo lavorato su questo compito per più di un anno. Al momento sono stati sviluppati tutti i principali processi e tecnologie aziendali. I codici vengono generati in modalità automatizzata: riceviamo codici, li stampiamo e li mettiamo sulle scatole. Possiamo dire che i nostri sistemi IT aziendali sono pronti per la circolazione delle merci secondo il nuovo schema.

La necessità di tenere traccia della circolazione delle merci in ogni fase, dal produttore alla vendita nel punto vendita, ha richiesto alla nostra azienda di modificare leggermente la logistica e una serie di processi aziendali. L'implementazione della marcatura è associata ai costi per l'acquisto di apparecchiature aggiuntive (terminali di raccolta dati), l'espansione dello spazio su disco (poiché il volume delle informazioni elaborate aumenterà di diverse volte) e lo sviluppo di software (abbiamo svolto la maggior parte del lavoro da soli, ma abbiamo usato quelli esterni per risolvere problemi specifici) appaltatori).

Al momento, diversi problemi tecnici rimangono irrisolti: finora, i codici di gruppo non sono stati generati nel sistema di un unico operatore di etichettatura (CRTC) (per scatole da 12 paia, che solitamente imballano scarpe, e per camion che consegnano merci attraverso la dogana); Inoltre, il sistema di distribuzione centrale non fornisce la velocità di elaborazione dei dati necessaria per noi, quindi non è possibile scaricare un gran numero di codici contemporaneamente; alcune fasi del movimento merci non sono spiegate (ad esempio, la restituzione della merce al negozio). Poiché il progetto è piuttosto complesso e coinvolge un gran numero di partecipanti, richiede più tempo per l'implementazione e la revisione. Riteniamo che al momento del divieto del turnover di scarpe non contrassegnate in Russia (dal febbraio 2020), questi problemi saranno risolti.

Il mercato delle calzature è il terzo più grande mercato di consumo nel paese. Allo stesso tempo, esiste una quota piuttosto ampia di importazioni illegali sul mercato che, a seconda del segmento di prezzo, può raggiungere il 30%. Pertanto, l'etichettatura, che rende trasparente la circolazione di tutte le merci, consentirà al mercato di entrare nel campo legale. I beneficiari di questo processo sono tre aspetti principali: lo stato, che sta aumentando la base imponibile; produttori e rivenditori professionali che avranno l'opportunità di aumentare la quota di mercato a causa della partenza di attori senza scrupoli; i consumatori che conosceranno la storia dei prodotti e riceveranno un'ulteriore garanzia di qualità.

È troppo presto per giudicare i risultati del progetto, siamo ancora in una fase di transizione. Vediamo che l'etichettatura modifica significativamente i processi aziendali e la logistica dell'azienda, aumenta il volume della gestione elettronica dei documenti a volte, porta a costi aggiuntivi. Allo stesso tempo, consentirà al mercato di passare a una nuova fase di sviluppo, dal momento che molte aziende, in particolare quelle di piccole dimensioni, saranno costrette ad automatizzare quei processi aziendali che non hanno cercato di automatizzare in precedenza. La marcatura renderà anche la concorrenza sul mercato più equa, il che in definitiva gioverà a giocatori professionisti - rivenditori e produttori. "

Eldar Schaffner Eldar Schaffner - Marco Tozzi Direttore vendite Europa orientale e Russia

“La nostra azienda ha iniziato la preparazione graduale per l'etichettatura dal momento dell'annuncio ufficiale degli imminenti cambiamenti nella normativa legale nel settore calzaturiero. Attualmente, siamo nella normale modalità di spedizione dei prodotti completamente etichettati ai nostri partner.

Naturalmente, ci sono alcune domande sul funzionamento del nuovo sistema: resi, scarti, riavvii, ecc., Che in un modo o nell'altro sorgono nel consumatore di catena produttore-fornitore-cliente-fine. Qualsiasi iniziativa su qualcosa di grande scala comporta problemi di natura simile nella fase iniziale, ma, come dimostra la pratica, nel tempo l'intero meccanismo viene sottoposto a debug e inizia a funzionare come un orologio. Pertanto, l'umore, piuttosto, può essere definito positivo.

Condivido l'umore positivo che i prodotti illegali lasceranno il mercato? In questa materia, c'è persino un sentimento di fiducia. Come minimo, l'ambiente competitivo diventerà trasparente, le regole del gioco sono chiare e uguali per tutti i partecipanti al mercato. "

Dmitry Lavrukhin Dmitry Lavrukhin - fondatore di Tandem-Logistics

“Il sistema di etichettatura è completamente pronto e funziona per i nostri clienti. Abbiamo già importato scarpe con codici di marcatura in Russia. L'umore è molto positivo, perché dopo il 1 ° marzo 2020 tutti gli attori del mercato saranno nella stessa posizione e spero che concetti come le importazioni grigie e il contrabbando scompaiano per sempre! ”

Irina Lavrukhina Irina Lavrukhina - fondatore di AXA Shoes

“AXA è un partecipante a un progetto pilota e oggi è quasi pronto per l'etichettatura. Abbiamo testato 2 modi di marcatura: in produzione in Italia e in magazzini prefabbricati in Germania. I risultati sono positivi Difetti minori corretti. Per quanto riguarda i prodotti illegali sul mercato, secondo me, diminuirà, ma non scomparirà del tutto. "

Maxim Dobrynin - Direttore vendite Salamander

“Per quanto riguarda l'etichettatura, a Salamander tutto procede secondo i piani. Abbiamo già preparato tutti i magazzini consolidati, acquistato le attrezzature necessarie e aggiornato il software. Ora stiamo impostando i protocolli e integrandoci con gli OSM. "

Maxim Zhivov - Direttore esecutivo di ASH in Russia

“Stiamo osservando il processo di preparazione per la marcatura delle scarpe. "Non crediamo nell'abbandono del mercato per i beni illegali e non condividiamo le gioie dei concorrenti".

Pavel Savin Pavel Savin - Responsabile vendite GEOX in Russia

“Tutte le principali aziende internazionali hanno presentato un'offerta per selezionare la migliore azienda di etichettatura. Stiamo aspettando informazioni. Crediamo sempre nel meglio che il mercato cresca, che i clienti e il prezzo al dettaglio, spero che le innovazioni non influenzino il fatto che ci saranno meno importazioni grigie, speriamo che non ci siano affatto falsi. Siamo un segmento premium, è molto importante per noi ".

Andrey Kapusta Andrey Kapusta - Direttore marketing, Yegoryevsk-Obuv OJSC (TM “Kotofey”)

Egorievsk-Obuv JSC (Kotofey TM) nel progetto Marking (Shoes) sin dall'inizio dell'esperimento: partecipa sia al gruppo di progettazione e di esperti del Ministero dell'Industria e del Commercio della Russia sia al gruppo di esperti allargato Obuv sotto le associazioni del settore. Nel quadro del progetto, il 1 ° ottobre 2019, a nostro avviso, i processi di messa in circolazione dei marchi durante la produzione sono stati implementati a un livello soddisfacente in tutto il mercato, mentre i processi di contabilizzazione di scarpe contrassegnate e contabilità per il trasferimento di marchi durante il trasferimento di scarpe sono stati implementati a livello di logica aziendale in sistema di etichettatura, ma non esistono ancora soluzioni software accettabili su cui i partecipanti al mercato delle calzature con competenze informatiche ridotte possano lavorare. Di conseguenza, come produttore, possiamo produrre scarpe contrassegnate, ma la sua ulteriore contabilità e trasferimento tra il punto di vendita produttore-distributore-commercio al dettaglio è ora possibile solo in modalità differita, seguita dalla registrazione delle informazioni nel GIS MP. Il leader indiscusso nelle soluzioni contabili per le piccole e medie imprese - 1C ha già posticipato due volte le date di rilascio dei processi di etichettatura nei suoi prodotti. Inoltre, ci sono ancora approvazioni per l'implementazione dello sdoganamento, nonché molte questioni relative al trading online. Tutto ciò non ci consente ancora di parlare della prontezza del mercato per l'implementazione dell'intero sistema di etichettatura.

Prevediamo che, in ogni caso, il 2020 passerà per l'intero mercato della calzatura nelle modalità di implementazione, test e debugging, processi di marcatura. Naturalmente, ciò richiederà tempo e risorse finanziarie supplementari in tutte le parti della catena di distribuzione. Allo stesso tempo, il lancio del sistema di tracciabilità, nel complesso, fornirà alle autorità di regolamentazione uno strumento per identificare rapidamente l'origine delle scarpe. Un ulteriore “sbiancamento” del mercato dipende, tra l'altro, da come verrà utilizzato questo strumento. Speriamo che a medio termine - 3-5 anni - ciò riduca la contraffazione delle scarpe al 5-10% ".

Materiale preparato da Ekaterina Sergeeva

Questo articolo è stato pubblicato nel numero 171 della versione stampata della rivista.

Molto è stato scritto sulla marcatura obbligatoria delle scarpe che sarà introdotta in Russia il 1 ° marzo 2020, ma abbiamo deciso di chiedere nuovamente all'azienda stessa la sua disponibilità a lavorare sul nuovo sistema. Rappresentanti ...
5
1
Si prega di valutare l'articolo
Midinblu

Materiali correlati

Stagione morta. Cosa trasformerà la quarantena Covid-19 per la vendita al dettaglio di scarpe

La vendita al dettaglio di scarpe riprende le operazioni a Mosca e nelle regioni, calcola le perdite, valuta le prospettive. Due mesi e mezzo di inattività sono stati un serio test per i rivenditori.
01.06.2020 6814

10 principali tendenze nel commercio al dettaglio per i prossimi 3 anni

Dieci tendenze principali emergenti nell'ultimo anno, che determineranno lo sviluppo del commercio mondiale nel prossimo futuro
11.03.2020 10124

La marcatura delle scarpe è iniziata. MTCT nominato operatore del progetto pilota di etichettatura

Il 1 ° giugno 2018 è stato lanciato un progetto pilota per la marcatura delle scarpe in Russia, finora su base volontaria. L'operatore di sistema è stato nominato una sussidiaria del Centro per lo sviluppo di tecnologie avanzate "Operatore CRPT", creato per implementare l'Unified National ...
23.07.2018 8762

Chipping shoes: essere o non essere

La proposta del Ministero dell'Industria e del Commercio della Russia sull'etichettatura (scheggiatura) delle scarpe ha provocato una discussione accesa tra esperti e partecipanti al mercato delle calzature.
10.08.2017 28908

La marcatura è ora in inglese

Ora tutto il lavoro sul terminale di raccolta dati nelle licenze del magazzino estero “Kirovka” è possibile anche in inglese.
23.12.2019 3022
Quando ti registri, riceverai notizie e articoli settimanali sull'attività calzaturiera sulla tua e-mail.

All'inizio