Rieker
L'Italia è il paese più attraente per i rivenditori e la Russia è al terzo posto
22.11.2011 1713

L'Italia è il paese più attraente per i rivenditori e la Russia è al terzo posto

Secondo un nuovo studio CBRE, "Quanto sono attive le catene di vendita al dettaglio in Europa, Medio Oriente e Africa?", Circa un terzo dei rivenditori internazionali intervistati prevede di aprire più di cinque negozi entro la fine del 2012 in Europa, Medio Oriente e Africa.

Per la prima volta, l'Italia è diventata il mercato più attraente per il commercio al dettaglio, salendo dall'ottavo posto nella classifica dello scorso anno. L'Italia, seguita da Germania, Russia, Spagna e Francia, è tra i primi cinque Paesi in cui oltre il 30% delle aziende intervistate prevede di svilupparsi. La Russia è salita dal sesto al terzo, secondo CBRE, "a causa di una forte economia e previsioni sull'aumento della spesa dei consumatori".

L'interesse per i paesi del Medio Oriente, come Arabia Saudita, Kuwait e Qatar, è notevolmente aumentato: più del 15% dei rivenditori sta valutando l'espansione di questi paesi nel 2012. Un alto livello di reddito della popolazione, un'economia più stabile che in Europa e una percentuale relativamente bassa di presenza internazionale nella regione marchi: tutti questi fattori attraggono le aziende.

Più della metà delle aziende intervistate (52%) intende aprire negozi in nuove città, ma solo nei paesi in cui sono già presenti. Una situazione simile è stata osservata l'anno scorso. "I rivenditori nel 2011, di fronte a una situazione molto più difficile del mercato dei consumatori del previsto, affrontano il problema dello sviluppo con molta attenzione, che è proprio in questa situazione", afferma Peter Gold, capo del dipartimento internazionale della proprietà di vendita al dettaglio di CBRE. Tuttavia, quasi un terzo dei rivenditori (30%) intende entrare in nuovi mercati nel 2012.

I rivenditori più attivi nel settore Value & Denim (discount abbigliamento, abbigliamento denim). Prevedono di aprire una media di 36 negozi nel 2012 (30 negozi l'anno scorso). Di fronte al calo dei livelli di reddito, molti consumatori hanno iniziato a spostarsi verso un prezzo inferiore, spiega Gold. Anche il segmento del lusso si sente a suo agio: le aziende del settore Luxury & Business Fashion prevedono di aprire una media di 15 negozi nel 2012, una cifra leggermente superiore rispetto al passato.

In Russia, il volume totale degli investimenti esteri nel settore commerciale dall'inizio dell'anno è stato pari a 764,5 milioni di euro. "Questo segmento è ancora sottorappresentato nel mercato degli investimenti russo", ha dichiarato Konstantin Lysenko, direttore dei servizi di investimento presso CBRE. Secondo i risultati del terzo trimestre 2011, 2,3 miliardi di euro sono stati investiti nella vendita al dettaglio tedesca. Nel Regno Unito - 1,78 miliardi di euro. Lo riporta il quotidiano "Vedomosti".

Secondo un nuovo studio CBRE, "Quanto sono attive le catene di vendita al dettaglio in Europa, Medio Oriente e Africa?", Circa un terzo dei rivenditori internazionali intervistati prevede di aprire prima ...
5
1
Valutazione

Ultime notizie

I prezzi di vestiti e scarpe potrebbero aumentare questo autunno

Secondo alcuni rivenditori russi, all'inizio del prossimo anno, dovremmo aspettarci un aumento dei prezzi di abbigliamento e calzature. Le ragioni principali dell'aumento del prezzo sono la crescita dei costi per la logistica e le materie prime, - scrive ...
23.07.2021 203

FCS: le merci provenienti dai paesi EAEU devono essere contrassegnate prima di essere importate nella Federazione Russa

Il Servizio federale delle dogane ha illustrato il processo di controllo doganale per le merci soggette all'obbligo di etichettatura. Lo ha detto il capo del dipartimento del Dipartimento principale del controllo doganale dopo il rilascio delle merci dell'FCS della Russia ...
22.07.2021 188

Ekonika e Ushatava hanno presentato una collaborazione

Econika ha annunciato una nuova collaborazione con il famoso marchio di abbigliamento Ushatava. Il leitmotiv della collezione è uno sguardo d'autore ai modelli e alle forme base: punte volutamente allungate di stivaletti e décolleté, stivali perfettamente arrotondati, ...
22.07.2021 242

I consumatori controllano attivamente la qualità delle calzature attraverso il "Segno onesto"

Secondo gli analisti dell'applicazione Chestny ZNAK, creata per verificare la legalità delle merci nell'ambito del sistema di etichettatura obbligatoria, circa 22,8 milioni di persone hanno già utilizzato l'applicazione mobile per verificare la qualità delle scarpe, circa 4,6 milioni ...
22.07.2021 263

Expo Riva Schuh finito in Italia

Alla fiera Expo Riva Schuh & Gardabags tenutasi dal 18 al 20 luglio presso il quartiere fieristico di Riva Del Garda, erano rappresentate 406 aziende espositrici. Per tre giorni di lavoro, all'evento hanno partecipato 2700 persone provenienti da 79 diverse ...
22.07.2021 261
Quando ti registri, riceverai notizie e articoli settimanali sull'attività calzaturiera sulla tua e-mail.

All'inizio