Rieker
In Russia, 20 mila punti in franchising
10.11.2010 2675

In Russia, 20 mila punti in franchising

Più di 70 rappresentanti di dettaglianti, associazioni e piccole imprese si sono riuniti il ​​29 ottobre al Second ShopAndMall.Ru conferenza sul franchising al dettaglio. Il leitmotiv è stata la discussione sulle prospettive del franchising, sia per i franchisor che per gli imprenditori-franchisee. Si è detto molto meno sulla crisi che alla prima conferenza di questo tipo in primavera.

Questa volta una discussione particolarmente accesa ruotava attorno al tema del finanziamento di un'attività in franchising. Un nuovo strumento finanziario per gli affiliati è stato proposto da Andrey Litvinov, vicepresidente senior di Probusinessbank. Malkhaz Alasania, direttore del dipartimento franchising della società “G.M.R. Pianeta dell'ospitalità ”. Il discorso del presidente del Tomsk Club of Young Entrepreneurs Pavel Podlipsky ha provocato una reazione ambigua. Secondo lui, il franchising nelle regioni remote è agli inizi, e nelle piccole città non lo sanno affatto, in particolare, a causa della mancanza di risorse amministrative e finanziarie da parte degli imprenditori regionali.

Alla seconda conferenza sul franchising al dettaglio, ShopAndMall.Ru, CEO di EMTG, membro del consiglio di amministrazione della Russian Franchising Association (RAF), Ekaterina Soyak, ha parlato dello stato del franchising nel paese nel periodo post-crisi. Secondo la RAF, ora la Russia è uno dei paesi leader in termini di sviluppo del franchising, ma siamo ancora lontani dalle potenze leader in termini di franchising.

Ci sono 485 franchisor e oltre 20mila punti vendita in franchising in Russia. Secondo questi indicatori, il nostro Paese è appena davanti alla Grecia, la cui popolazione è più di 10 volte inferiore. Il Paese leader nel franchising sono gli Stati Uniti (circa 750mila imprese in franchising), anche Cina e Australia sono tra i primi tre. Nel frattempo, Malkhaz Alasania, direttore del dipartimento franchising di “G. MR Planet of Hospitality ”, ha affermato che la Russia è davanti agli altri paesi in termini di tasso di crescita dei punti vendita in franchising: negli ultimi tre anni, l'aumento è stato del 98%. Più della metà dei sistemi di franchising nel paese sono operativi da più di 5 anni, il 43,5% sono franchise più giovani. Il 62% del mercato è occupato da marchi nazionali. I sistemi con investimenti minimi per l'apertura di un punto (da 1 a 5 milioni di rubli) hanno ricevuto il massimo sviluppo.

I relatori della conferenza ShopAndMall.Ru hanno presentato dati interessanti per il confronto. Se in Russia il franchising si sviluppa principalmente nella vendita al dettaglio e nella ristorazione pubblica (46% e 22%, rispettivamente, secondo EMTG, o 57% e 16%, secondo RAF), allora negli Stati Uniti i franchising sono più comuni nella sfera B2B (28% ) e fast food (24%), mentre i negozi in franchising rappresentano solo il 9%. Ciò è dovuto non da ultimo alla componente finanziaria: i tassi di prestito all'estero per gli affiliati possono essere inferiori al 7% e persino al 4% in Francia (dati EMTG). Mentre in Russia - l'unico analogo di tali prestiti - programmi di credito per le piccole imprese, i cui tassi non sono inferiori al 18%. Questo è in parte il motivo per cui il potenziale per lo sviluppo del franchising in Russia è enorme, ma allo stesso tempo è piuttosto rischioso.
Più di 70 rappresentanti di rivenditori, associazioni e piccole imprese si sono riuniti il ​​29 ottobre alla seconda conferenza sul franchising al dettaglio ...
5
1
Valutazione

Ultime notizie

I prezzi di vestiti e scarpe potrebbero aumentare questo autunno

Secondo alcuni rivenditori russi, all'inizio del prossimo anno, dovremmo aspettarci un aumento dei prezzi di abbigliamento e calzature. Le ragioni principali dell'aumento del prezzo sono la crescita dei costi per la logistica e le materie prime, - scrive ...
23.07.2021 203

FCS: le merci provenienti dai paesi EAEU devono essere contrassegnate prima di essere importate nella Federazione Russa

Il Servizio federale delle dogane ha illustrato il processo di controllo doganale per le merci soggette all'obbligo di etichettatura. Lo ha detto il capo del dipartimento del Dipartimento principale del controllo doganale dopo il rilascio delle merci dell'FCS della Russia ...
22.07.2021 188

Ekonika e Ushatava hanno presentato una collaborazione

Econika ha annunciato una nuova collaborazione con il famoso marchio di abbigliamento Ushatava. Il leitmotiv della collezione è uno sguardo d'autore ai modelli e alle forme base: punte volutamente allungate di stivaletti e décolleté, stivali perfettamente arrotondati, ...
22.07.2021 242

I consumatori controllano attivamente la qualità delle calzature attraverso il "Segno onesto"

Secondo gli analisti dell'applicazione Chestny ZNAK, creata per verificare la legalità delle merci nell'ambito del sistema di etichettatura obbligatoria, circa 22,8 milioni di persone hanno già utilizzato l'applicazione mobile per verificare la qualità delle scarpe, circa 4,6 milioni ...
22.07.2021 263

Expo Riva Schuh finito in Italia

Alla fiera Expo Riva Schuh & Gardabags tenutasi dal 18 al 20 luglio presso il quartiere fieristico di Riva Del Garda, erano rappresentate 406 aziende espositrici. Per tre giorni di lavoro, all'evento hanno partecipato 2700 persone provenienti da 79 diverse ...
22.07.2021 261
Quando ti registri, riceverai notizie e articoli settimanali sull'attività calzaturiera sulla tua e-mail.

All'inizio