Rieker
La vita dopo l'etichettatura. Il ministero delle finanze si prepara ad abolire i regimi fiscali preferenziali
16.05.2019 24855

La vita dopo l'etichettatura. Il ministero delle finanze si prepara ad abolire i regimi fiscali preferenziali

Il mercato delle scarpe russo è in tempesta, non ha ancora avuto il tempo di abituarsi all'idea della necessità di etichettare obbligatoriamente le scarpe, mentre si sta preparando una nuova modifica della legge. Il Ministero delle finanze ha proposto di privare i venditori di beni soggetti all'etichettatura dell'opportunità di utilizzare regimi fiscali speciali: l'imposta sul reddito unico (UTII) e i brevetti.

Si presume che l'abolizione di regimi fiscali speciali contribuirà all'imbiancatura del mercato. Tuttavia, secondo l'opinione di molti dei suoi partecipanti, questo passaggio comporterà conseguenze negative per lo sviluppo delle piccole imprese e per il mercato delle calzature nel suo complesso.

L'essenza del divieto

Un tempo, lo stato ha introdotto regimi fiscali semplificati per UTII e PSN al fine di ridurre l'onere fiscale delle piccole imprese, semplificare l'amministrazione e quindi allontanare le piccole imprese dall'ombra. Era abbastanza difficile controllare il fatturato di un gran numero di piccoli negozi al dettaglio ed era più facile per il governo offrire ai rivenditori il pagamento di imposte fisse costanti, indipendentemente dal loro fatturato. Pertanto, il rifiuto di questi regimi, con l'introduzione di sportelli bancari online e l'etichettatura obbligatoria delle merci, che consente di registrare chiaramente le entrate delle società di vendita al dettaglio, sembra logico. "L'etichettatura dovrebbe dare allo stato un maggior grado di controllo, il che a sua volta porta al pensiero di un ritorno a un sistema fiscale generale semplificato", afferma Alexander Borodin, direttore di Mila-Children's Shoes Wholesale.

Tuttavia, per i piccoli rivenditori, l'abolizione di UTII e PSN può essere un vero disastro, secondo il settore. Allo stesso tempo, secondo varie stime, la quota delle piccole imprese in Russia oggi rappresenta circa i tre quarti del fatturato al dettaglio dei beni di consumo.

A questo proposito, l'organizzazione pubblica "Support of Russia" per la protezione degli interessi delle piccole imprese ha espresso un atteggiamento negativo nei confronti dell'iniziativa legislativa; Associazione di piccolo formato; Boris Titov, commissario presidenziale per la protezione dei diritti degli imprenditori, e l'Unione russa di conciatori e calzolai (RSKO), che ha inviato una lettera ad Anton Siluanov, primo vice primo ministro e ministro delle finanze della Federazione russa.

"L'abolizione dei regimi fiscali preferenziali per le piccole imprese porterà a una massiccia riduzione delle piccole imprese, alle perdite di posti di lavoro nelle regioni e ai tagli alla produzione dovuti alla riduzione delle vendite, poiché oggi la base della catena di distribuzione di tutti i settori dell'industria leggera è la piccola impresa", afferma la nota. lettera di RSKO. E lasciare il mercato al dettaglio delle calzature di piccole dimensioni, secondo i rappresentanti del sindacato industriale, comporterà una "riduzione dell'accesso della popolazione ai beni di consumo nelle piccole città e città di diverse regioni, poiché le catene di vendita al dettaglio federali non sono rappresentate lì e il canale principale per la consegna delle merci è la piccola impresa ".

Il rifiuto da regimi fiscali preferenziali è anche criticato da produttori, rappresentanti di marchi di calzature, i cui clienti sono, compresi piccoli negozi regionali. Quindi il capo della divisione russa del marchio tedesco di scarpe Caprice Viktor Kunts ritiene che questa misura porterà inevitabilmente a condizioni diseguali sul mercato. “Mi sembra che già i cambiamenti nella legislazione fiscale comportino oneri significativi per le piccole imprese e che la loro esclusione dal commercio di beni etichettati non lasci loro la possibilità di fare affari in generale. "Non escludo la possibilità che, al posto dei buoni obiettivi di trasparenza e uguaglianza nel mercato, l'introduzione di sportelli bancomat online e l'etichettatura porterà al fatto che la maggior parte delle piccole imprese che formano la base e coprono il mercato geograficamente saranno costrette a lasciare il mercato", afferma.

Le grandi reti spingono "i bambini"

È interessante notare che il capo della "National Shoe Union" Natalya Demidova ha sostenuto l'inasprimento delle condizioni fiscali per i piccoli rivenditori, sostenendo che l'abolizione di UTII e PSN contribuirà alla lotta contro il commercio ombra.

"Ci impegniamo a costruire un mercato civile", Natalya Demidova ha risposto alla richiesta del Rapporto Scarpe, "questa misura è rivolta a quelle aziende che deliberatamente dividono la loro attività ed evitano le tasse. Il risultato è una concorrenza sleale. L'etichettatura rivelerà tali partecipanti al mercato e saranno privati ​​dell'opportunità di eludere le tasse. In ogni caso, è esattamente così che lo capisco. Oggi è difficile dire quale percentuale cada sulle piccole imprese nel mercato delle calzature, poiché circa il 35-40% del mercato è in ombra. La marcatura consentirà alle aziende di essere portate fuori dall'ombra, un risultato del genere, in particolare, che abbiamo osservato sull'esempio del mercato delle pellicce, e quindi sarà possibile determinare quale società evita intenzionalmente le tasse e applicare misure ad esse ".

Le grandi catene di vendita al dettaglio, guidate dai rivenditori Zenden e Kari, sostengono anche l'abolizione di UTII e brevetti, al fine di sbarazzarsi dei cosiddetti "frantoi". I giocatori al dettaglio lamentano che alcuni rivenditori utilizzano la modalità UTII senza alcun motivo, quindi l'abolizione di questo regime fiscale bloccherà automaticamente la possibilità di evasione fiscale per loro.

Tra le altre cose, Andrei Pavlov, il capo del gruppo Zenden, proprietario della seconda più grande catena di negozi di scarpe in Russia, ritiene che il significato dell'introduzione di UTII sia andato perduto dall'introduzione dei registratori di cassa online, poiché il registratore di cassa online mostra le entrate esatte dell'impresa e calcola l'imposta da un determinato tasso medio di rendimento , poiché ciò accade con UTII non è più necessario. Secondo Pavlov, il regime del sistema fiscale semplificato (USS), che è un'alternativa a UTII e ai brevetti, offre vantaggi sufficienti per il buon funzionamento della piccola impresa di vendita al dettaglio di calzature.

“Per quanto ne so, le modifiche al codice fiscale si riferiscono all'abolizione di UTII e brevetti, mentre rimane il sistema fiscale semplificato (STS). Devo dire che dopo la riforma dei registratori di cassa online, il significato di UTII è andato perduto. Dal momento che il registratore di cassa online mostra le entrate dell'azienda e UTII è calcolato dal valore medio, dice. - Un punto vendita non può funzionare senza dipendenti assunti e se l'attività di vendita al dettaglio ha assunto personale, dovrebbe esserci una cassa online. L'aliquota fiscale sul sistema fiscale semplificato per la voce imponibile “reddito” è pari al 6% del fatturato. In questo caso, l'imposta può essere ridotta, se la metà, il 3% viene iscritta nel libro paga. Il tasso del 3% del fatturato è un piccolo onere per la vendita al dettaglio, mentre il flusso di fondi garantito al bilancio statale. Esiste anche una modalità "entrate - spese", in cui il tasso può essere persino inferiore, fino all'1%. Allo stesso tempo, UTII ha il suo rovescio: una pratica frequente nella vendita al dettaglio di scarpe è che il personale lavora senza registrazione, quindi il regime UTII per molti diventa una scappatoia per evitare di pagare le tasse.

Sono per la radicale semplificazione del codice fiscale. Brevetti e UTII producono un numero enorme di persone ombra. Con l'abolizione dei regimi e dei brevetti UTII, stiamo rimuovendo le società dall'ombra e risolvendo il problema del gettito fiscale sul bilancio, mentre l'onere per le piccole imprese non aumenta in modo significativo. "

Anche il consumatore ne soffrirà

In effetti, molti piccoli negozi al dettaglio operano con successo nell'ambito del sistema fiscale semplificato. In particolare, possono essere piccoli produttori e rivenditori che vendono scarpe di propria produzione, come Notmysize, un marchio relativamente giovane di scarpe fatte a mano, i cui prodotti sono venduti nel nostro negozio a Mosca e nel nostro negozio online. Secondo il proprietario di NotMySize Leon Krayfish per lo svolgimento della sua attività, il sistema fiscale semplificato "entrate meno spese" con un'aliquota del 6% è il più ottimale.

Tuttavia, per un altro tipo di singoli imprenditori che, ad esempio, vendono calzature importate, acquistandole da produttori di terze parti, per i proprietari di piccoli negozi al dettaglio con una superficie di circa 25 metri quadrati. in base alla necessità, la necessità di contabilità nell'ambito del sistema fiscale semplificato può rivelarsi un onere piuttosto grave, anche a causa della necessità di effettuare la contabilità.

“Ci sono molti piccoli negozi al dettaglio sul mercato, proprietari di piccole boutique di 20-25 metri quadrati. contatori che utilizzano il sistema dei brevetti e passare al sistema fiscale semplificato per molti di essi è impossibile. Poiché la STS richiede ancora un contabile qualificato, e pagare un contabile è un onere sufficiente per un'azienda così piccola ”, ha affermato Irina Lavrukhina, proprietaria della catena di negozi di scarpe di Venezia. - Il sistema dei brevetti coinvolge principalmente i venditori di scarpe e marchi di lusso italiani. Cioè, l'abolizione di questo regime interesserà le piccole boutique con scarpe italiane interessanti di alta qualità e il consumatore perderà l'opportunità di acquistarlo. Il mercato diventerà scarso, perderà varietà. In effetti, nelle reti di grandi dimensioni, viene presentato un prodotto abbastanza uniforme.

Concordo sul fatto che nel nostro mercato delle calzature ci siano molti affari grigi che devono essere combattuti. Tuttavia, non in questo modo, è impossibile cancellare questi regimi privilegiati in ogni caso! È necessario rafforzare il controllo sull'importazione all'importazione in dogana e obbligare, compresa la microimpresa, a conservare le fatture per le merci vendute per tre anni e presentarle alla prima richiesta delle autorità di controllo, come sono tenuti a fare le LLC.

Non è un segreto che il contrabbando fiorisca nell'importazione di merci italiane, molte scarpe italiane vengono importate illegalmente nel paese e l'Italia, a proposito, è l'unico paese che ancora non accetta le regole dell'etichettatura obbligatoria. Vale la pena gettare la tua forza nella lotta contro l'importazione illegale di merci e non con la piccola distribuzione, che, con l'abolizione di UTII e PSN, sarà costretta a lasciare il mercato ".

La rete di Venezia ha punti vendita a Mosca, nella regione di Mosca e nelle regioni di Lipetsk e Cheboksary. Per la maggior parte dei negozi nella rete, viene utilizzata la modalità USN. Ma i punti regionali di Lipetsk e Cheboksary lavorano su UTII. Inoltre, come osservato da Irina Lavrukhina, la società ha molti clienti all'ingrosso che lavorano sul brevetto.

Il proprietario della catena di negozi di calzature Vera Victoria Vito (4 negozi a Mosca) Sergey Vovdenko è anche sicuro che l'abolizione della fiscalità preferenziale influenzerà principalmente la vendita al dettaglio regionale e molti partner della sua azienda. “Per i piccoli negozi, l'amministrazione secondo il sistema fiscale standard comporterà costi significativi, alcuni dei quali chiuderanno, incapaci di sopportare il carico. Un aumento dell'onere fiscale non è affatto una buona cosa per l'economia, ma porterà a un calo del reddito disponibile reale e una diminuzione delle attività commerciali. Molti saranno senza lavoro, senza soldi ", dice. A suo avviso, la stessa affermazione della domanda, quando una certa parte del business viene offerta per pagare di più al tesoro, è errata, dovrebbe essere così: "riduciamo l'onere fiscale per sostenere l'attività commerciale e introdurre regole uniformi per tutti i partecipanti al processo".

Secondo Alexander Borodin, qualsiasi nuovo divieto comporta solo un aumento del livello di corruzione, che alla fine influisce sul valore dei beni e non contribuisce ad aumentare il riempimento del tesoro. "Le speranze che sarà possibile stabilire il controllo sulla parte grigia sono troppo ottimistiche", ha detto. - L'etichettatura consentirà un maggiore controllo e aumenterà le entrate fiscali per il bilancio a causa della parte bianca non corrotta del mercato, che rappresenta circa il 10% del fatturato delle scarpe. L'onere fiscale per le imprese bianche aumenterà e non tutti saranno in grado di resistere a questa stampa. Le piccole imprese perderanno terreno - o si restringeranno o diventeranno grigie. Di conseguenza, aumenterà la quota delle grandi imprese bianche nel settore della vendita al dettaglio di scarpe russe, che inizierà inevitabilmente a portare a una monopolizzazione del mercato, con tutto ciò che implica un basso livello di servizi e prezzi elevati ".

 

Dal suo punto di vista, lasciare una piccola impresa non contribuirà in alcun modo ad aumentare le entrate fiscali. Aumenteranno solo le entrate fiscali delle grandi imprese. Tuttavia, l'aumento delle entrate del tesoro può essere completamente livellato a causa delle perdite, che purtroppo sono inevitabili.

Che cos'è UTII e PSN

I regimi fiscali semplificati di UTII e PSN consentono di ridurre l'onere fiscale e l'amministrazione aziendale. I contribuenti UTII nel commercio al dettaglio possono essere aziende che impiegano meno di 100 persone su una superficie non superiore a 150 metri quadrati. M. Indipendentemente da quanto guadagna un imprenditore, l'TII paga dal 7,5 al 15% del reddito imputato - il tasso è fissato dalle autorità regionali. L'importo dell'imposta viene calcolato come la redditività di base di un particolare tipo di attività (nominato dal governo), moltiplicata per il numero di dipendenti o l'area dei locali e altri due fattori. Lo stato "imputa" questo reddito, cioè non dipende dalla redditività effettiva di una determinata impresa.

I singoli imprenditori possono utilizzare il sistema dei brevetti, il numero di dipendenti in cui non supera le 15 persone e le entrate sono di 60 milioni di rubli. Questo sistema esonera i singoli imprenditori dal pagamento delle tasse tradizionali: gli imprenditori pagano il 6% del reddito annuale potenziale stabilito dalle autorità regionali.

Il mercato russo delle calzature è in tempesta, non ha ancora avuto il tempo di abituarsi all'idea della necessità di un'etichettatura obbligatoria delle calzature, in quanto si sta preparando un nuovo cambiamento nella legge. Il Ministero delle Finanze ha proposto di privare ...
3.55
5
1
5
Si prega di valutare l'articolo

Materiali correlati

La marcatura delle scarpe è iniziata. MTCT nominato operatore del progetto pilota di etichettatura

Il 1 ° giugno 2018 è stato lanciato un progetto pilota per la marcatura delle scarpe in Russia, finora su base volontaria. L'operatore di sistema è stato nominato una sussidiaria del Centro per lo sviluppo di tecnologie avanzate "Operatore CRPT", creato per implementare l'Unified National ...
23.07.2018 10633

"La marcatura sarà e influenzerà non solo le scarpe"

Nel prossimo futuro inizierà una sperimentazione volontaria sull'etichettatura delle calzature, alla quale potrà partecipare qualsiasi azienda, per ora, ripetiamo ...
26.03.2018 9802

La marcatura delle scarpe è una sfida per l'IT

Alexey Chernyshev, Akfa: "Una società che non ha specialisti IT competenti nel proprio staff non può risolvere il problema con la marcatura".
31.10.2018 16116

Cosa dovremmo capire chiaramente sulla marcatura delle scarpe?

Ne abbiamo chiesto a un membro del gruppo di lavoro sull'etichettatura del Ministero dell'Industria e del Commercio della Federazione Russa, CEO di SmartLines, Maxim ...
25.12.2018 9398

L'etichettatura non è solo per te stesso. AXA prevede di istituire centri di etichettatura in Europa e Turchia

Edizione continua a seguire con interesse mentre AXA introduce i contrassegni di prova. Nell'articolo precedente, pubblicato nel Rapporto sulle scarpe di dicembre (n. 163), abbiamo cercato di dire di più sulla decisione ...
25.02.2019 5856
Quando ti registri, riceverai notizie e articoli settimanali sull'attività calzaturiera sulla tua e-mail.

All'inizio