Rieker
Come la crisi sta cambiando il personale
08.04.2015 3544

Come la crisi sta cambiando il personale

Nell'ambito del programma commerciale della settimana della moda, a Gostiny Dvor si è tenuto un seminario di Lyubov Dolmatova, rappresentante di Fashionunited su come la crisi ha colpito il mercato del lavoro nel settore della moda.

Oltre all'evidente ondata di licenziamenti che ha investito i reparti marketing, le risorse umane e il top management, l'esperto ha notato un aumento della domanda per i cosiddetti "lavoratori multistazione", persone che possono fare qualsiasi cosa. Ma in alcuni settori rimane la necessità di personale altamente specializzato: designer e product manager. Molte aziende sono persino alla ricerca di responsabili degli acquisti e delle vendite di categoria che abbiano competenza in determinate categorie, ad esempio solo abbigliamento femminile taglie forti.

Nella crisi, nuove professioni appaiono, ad esempio, un manager per lavorare con i saldi.

L'esperto ha osservato che la sostituzione delle importazioni è stata un fattore importante nei cambiamenti nel meccanismo di assunzione. Un riorientamento alla produzione russa, un cambiamento nei processi aziendali consolidati e i tentativi di adattamento a un corso elevato portano a una ristrutturazione dei profili di alcune specialità, ad esempio gli acquirenti. Se prima preferivano una persona con connessioni consolidate nel sud-est asiatico, ora fanno affidamento su quegli specialisti che hanno buoni collegamenti con le imprese russe e hanno familiarità con le specifiche dell'industria nazionale.

Una delle principali tendenze in questa situazione è stata anche un aumento delle proposte riguardanti l'occupazione del progetto, ad esempio di 2-3 mesi.

Lyubov Dolmatova prevede che il numero di offerte di tirocinio potrebbe presto aumentare. Entrambe le parti beneficiano di tale cooperazione: l'azienda risparmia sulla forza lavoro aggiuntiva e il dipendente acquisisce una preziosa esperienza e stabilisce connessioni e, in futuro, forse, prenderà il posto di un dipendente a tempo pieno a tempo pieno dell'azienda.

Come parte del programma aziendale della settimana della moda, Gostiny Dvor ha ospitato un seminario di Lyubov Dolmatova, un rappresentante del portale Fashionunited, su come la crisi ha colpito il mercato del lavoro in ...
5
1
Si prega di valutare l'articolo

Materiali correlati

"C'era una luce alla fine del tunnel ..." I partecipanti del mercato calzaturiero sulla situazione del settore.

Il 2020 è diventato un anno di crisi per il settore reale dell'economia e dell'industria calzaturiera. Shoes Report ha parlato con le società all'ingrosso, con Mikhail Kryuchkov, il capo della società di distribuzione Paloma, che rappresenta una serie di calzature spagnole sul mercato russo ...
22.12.2020 6687

Stagione morta. Cosa trasformerà la quarantena Covid-19 per la vendita al dettaglio di scarpe

La vendita al dettaglio di scarpe riprende le operazioni a Mosca e nelle regioni, calcola le perdite, valuta le prospettive. Due mesi e mezzo di inattività si sono rivelati un serio test per ...
01.06.2020 16721

10 principali tendenze nel commercio al dettaglio per i prossimi 3 anni

Dieci tendenze principali emergenti nell'ultimo anno, che determineranno lo sviluppo del commercio mondiale nel prossimo futuro
11.03.2020 20644

La marcatura delle scarpe è iniziata. MTCT nominato operatore del progetto pilota di etichettatura

Il 1 ° giugno 2018 è stato lanciato un progetto pilota per la marcatura delle scarpe in Russia, finora su base volontaria. L'operatore di sistema è stato nominato una sussidiaria del Centro per lo sviluppo di tecnologie avanzate "Operatore CRPT", creato per implementare l'Unified National ...
23.07.2018 10686

Chipping shoes: essere o non essere

La proposta del Ministero dell'Industria e del Commercio della Russia sulla marcatura (scheggiatura) delle scarpe ha causato un'accesa discussione tra esperti e partecipanti alla scarpa ...
10.08.2017 30974
Quando ti registri, riceverai notizie e articoli settimanali sull'attività calzaturiera sulla tua e-mail.

All'inizio