Rieker
Come è stata creata la collezione dorata di scarpe "egiziane" "Metiers d'Art-2019" per la sfilata Chanel di dicembre Creazione di scarpe Chanel "Metiers d'Art-2019" nell'officina del marchio "Massaro", foto: Footwearnews.com
24.12.2018 6233

Come è stata creata la collezione dorata di scarpe "egiziane" "Metiers d'Art-2019" per la sfilata Chanel di dicembre

All'inizio di dicembre, la Chanel Fashion House ha presentato a New York la sua collezione "Metiers d'Art-2019" ("Art of Masters"), gli stivali dorati in stile egiziano con tacchi intarsiati con pietre semipreziose e pezzi smaltati dipinti con coleotteri dipinti in hit della collezione scarabei e logo del marchio in forma di lettere incrociate "C". I giornalisti dell'edizione americana di Footwearnews sono stati fortunati a visitare l'officina del marchio e vedere il processo di creazione di questa scarpa unica.
Esposizione della collezione Chanel Metiers d'Art-2019 presso il Metropolitan Museum of Art di New York Esposizione della collezione Chanel Metiers d'Art-2019 presso il Metropolitan Museum of Art di New York
Secondo Footwearnews, il laboratorio "Massaro" di Chanel riceve schizzi di scarpe un mese prima della sua uscita prevista dal direttore creativo di Chanel Karl Lagerfeld e dallo stilista di scarpe Laurence Dakada. Il lavoro sulla creazione del modello finito inizia dalla fine, cioè scolpendo la forma per il tallone. Quindi viene creato un disegno di scarpe sull'ultimo senza un disegno in alto.
In un laboratorio di Massaro, foto: Footwearnews.com In un laboratorio di Massaro, foto: Footwearnews.com
Il passaggio successivo consiste nell'immergere la pelle con acqua e avvolgerla attorno alla forma. I pezzi si uniscono per formare parte della tomaia. Il calzino dovrebbe essere il più forte e la pelle che sarà distribuita lungo i lati dovrebbe essere più sottile. Per questo motivo, è necessario uno spessore diverso della pelle. Pertanto, uno degli artigiani ha assottigliato i dettagli della pelle, facendolo con un coltello speciale su un pezzo di vetro spesso. Un altro artigiano ha tagliato pezzi di pelle in cinghie per i "sandali egiziani" d'oro della collezione, come indicato nei commenti agli schizzi dei modelli ottenuti dalla sede del marchio. Queste parti sono state successivamente ricoperte densamente di cotone per rafforzare la pelle.
In un laboratorio di Massaro, foto: Footwearnews.com In un laboratorio di Massaro, foto: Footwearnews.com
Non appena le suole sono state attaccate in posizione, gli artigiani hanno preso l'allacciatura dei talloni.
In un laboratorio di Massaro, foto: Footwearnews.com In un laboratorio di Massaro, foto: Footwearnews.com
Pietre semipreziose e pittura a smalto per i tacchi sono state create da altri due laboratori Chanel: i gioiellieri Goossens e i produttori di bottoni Desrue. Hanno lavorato per creare pelli di metallo che sono state attaccate alla struttura creata da Massaro. In totale, Massaro ha sviluppato circa 8 modelli di scarpe per la sfilata Chanel di dicembre.
Nel laboratorio di Goossens, foto: Chanelofficial Nel laboratorio di Goossens, foto: Chanelofficial
Dal 2002, una volta all'anno, a dicembre, il direttore creativo della casa di moda francese Chanel Karl Lagerfeld presenta una collezione dedicata all'artigianato artistico - Métiers d'art di CHANEL.
Ogni sfilata è una vivida dimostrazione del continuo dialogo creativo tra designer e artigiani, che affianca la maison, e che permette di realizzare pezzi unici e preservare il patrimonio artistico, tecnico e culturale del brand. House Chanel è stata la prima a interagire dal 1985, e poi ad acquisire laboratori e atelier Métiers d'art, unendoli sotto l'emblema "Paraffection". Oggi "Paraffection" unisce ventisei case d'arte e manifatture. Al momento, è l'unica casa di moda che dedica completamente una delle sue collezioni Prêt-à-Porter al prezioso know-how dei suoi laboratori, che contribuiscono a rafforzare il prestigio della moda e del lusso francese nel mondo. L'ultima sfilata di Métiers d'art 2018/19 si è svolta a dicembre 2018 a New York presso il Metropolitan Museum of Art. Come concepito da Karl Lagerfeld, una collezione dedicata all'arte dell'antico Egitto è stata dimostrata sullo sfondo del tempio egizio di Dendur (15 ° secolo aC circa), che è uno dei reperti della "sezione egizia" del Museo Meropolitan.
I giornalisti dell'edizione americana Footwearnews hanno avuto la fortuna di visitare il laboratorio della Chanel Fashion House e documentare il processo di creazione di questo ...
5
1
Si prega di valutare l'articolo

Materiali correlati

Sul mercato compaiono modelli e collezioni di calzature realizzate con materiali vegetali e riciclati

Sempre più produttori di calzature e abbigliamento si stanno unendo alle fila dei sostenitori della moda sostenibile e del consumo consapevole, rilasciando nuovi modelli e intere collezioni da materiali riciclati e vegetali, trasferendo la produzione al risparmio energetico e ...
26.01.2021 4412

Le più grandi aziende di moda firmano un impegno ambientale

Stiamo parlando di campagne e attività contro i cambiamenti climatici, la conservazione della biodiversità del pianeta e degli oceani. Una nuova tendenza per il consumo consapevole e un punto di riferimento per l'uso di materie prime lavorate, l'introduzione del risparmio energetico e altri "green" ...
20.01.2020 4614

Scarpe intelligenti Tecnologie e materiali nel settore calzaturiero

Oggi, quasi tutti i produttori russi e stranieri, a meno che non lavorino nel segmento delle costose eleganti scarpe da donna, nel portafoglio di collezioni sono destinati a essere "resistenti al gelo", "a prova di umidità", "sgonfiati dal vento", ...
03.04.2018 21442

Quali materiali per il rivestimento sono oggi utilizzati nella produzione di scarpe

I moderni materiali di rivestimento per scarpe hanno, a volte, proprietà uniche: possono "respirare", rimuovere l'umidità in eccesso, regolare lo scambio termico, trattenere il calore e non lasciare entrare il freddo ...
02.07.2018 39087

Ecopelle con base naturale, tela di fabbricazione cinese e microfibra

Il mercato russo di componenti e tessuti per calzature, secondo varie stime, rappresenta l'80-90% delle importazioni. L'industria leggera domestica non può fornire ai calzolai materie prime, materiali di qualità adeguate e nel necessario ...
10.11.2016 9016
Quando ti registri, riceverai notizie e articoli settimanali sull'attività calzaturiera sulla tua e-mail.

All'inizio