Rieker
Romer: "Chi non tiene il passo con i tempi - potrebbe chiudere nel 2020"
11.02.2020 4417

Romer: "Chi non tiene il passo con i tempi - potrebbe chiudere nel 2020"

Gaydarovich Dmitry Vitalyevich, vicedirettore generale delle vendite, nell'azienda da 4 anni. Informazioni su affari, cambiamenti del mercato, segreti di vendita e buon marchio.

- Cominciamo con la storia della creazione. Perché un tale marchio e come viene tradotto? Dove sono fatte le tue scarpe?

società Romer è apparso 12 anni fa, nel 2007, il nome dell'azienda e del marchio - Romer - abbiamo scelto dopo numerosi studi e test sui focus group. Quindi è stato creato il nostro marchio. Abbiamo una nostra area di produzione di 6000 mq, che si trova a Kaluga, dove lavorano più di 250 dipendenti. Inoltre, le nostre scarpe sono prodotte in fabbriche partner certificate dalla società in Russia e in altri paesi.

- Su cosa ti concentri quando crei una collezione? Di che materiali sono fatte le scarpe?

Tutte le scarpe Romer sono realizzate solo con materiali naturali: questa è la base del nostro concetto. Sviluppiamo blocchi noi stessi. Alcuni anni fa, abbiamo sostenuto il concetto di sostituzione delle importazioni, quindi acquistiamo la maggior parte dei materiali con cui produciamo scarpe in Russia e Bielorussia.

Le scarpe Romer si trovano nel segmento medio + prezzo, quindi ci concentriamo su uomini e donne di mezza età - dai 35 anni in su, per i quali leggerezza, comfort e qualità sono importanti. Inoltre, ora stiamo lavorando allo sviluppo di modelli progettati per interessare gli acquirenti di età più giovane - dai 25 anni. Presenteremo una nuova linea di sneaker per la stagione autunno-inverno 21 alle prossime fiere del settore.

- Il tuo segreto per il successo. Come creare una collezione di scarpe in modo che venda bene?

La creazione di una collezione è una delle fasi più importanti nella produzione di scarpe, quindi ogni dipendente considera suo dovere onorevole prendere parte al lavoro su di essa. Non solo i tecnici, gli stilisti, i dipendenti dei reparti vendite e marketing lavorano, ma anche i nostri clienti, che ci danno idee, condividono il feedback dei consumatori finali. Inoltre, grazie alla comoda posizione della nostra produzione, il costo dell'importazione dei prodotti è ridotto, il che ci consente di competere con le scarpe europee del segmento medio + in tutte le caratteristiche di base. La combinazione di questi fattori ci offre un vantaggio e ci stiamo muovendo nella giusta direzione.

- Hai negozi al dettaglio monomarca? Ti sposterai in questa direzione?

Comprendiamo che è necessario muoversi in questa direzione, perché senza la nostra rete di vendita al dettaglio saremo limitati nello sviluppo. Questa è una fase cruciale, che richiede grandi investimenti e sforzi. Attualmente, il progetto è in discussione, ricerche di mercato e nicchie gratuite. Testiamo specificamente varie opzioni di promozione: i nostri punti vendita, sviluppo attraverso un franchising, Shop-in-Shop.

- Quali tecnologie hai intenzione di introdurre o hai già implementato?

Nonostante il fatto che la tecnologia per la produzione di scarpe abbia principi insostituibili, possiamo dire con fiducia che i nostri esperti sono alla costante ricerca di nuove idee. Monitoriamo attivamente nuove tendenze, materiali di prova, metodi di finitura e partecipiamo a mostre specializzate in Europa e in Asia. C'è sempre qualcosa di nuovo che applichiamo con successo. Nella nostra produzione, produciamo scarpe con metodi di fissaggio lunghi e strobelny, recentemente padroneggiata la produzione di sandali e mocassini, per questo ci è voluto un po 'per aggiornare il parco attrezzature.

- Sei pronto per l'etichettatura? Lo etichetterai tu stesso?

Siamo stati tra i primi a partecipare al progetto pilota, quindi c'era più tempo per sviluppare, testare e lanciare. Da giugno 2019, tutte le nostre scarpe sono state contrassegnate e quindi le spedizioni tramite il segno onesto sono state testate con successo. Oggi nei negozi c'è un prodotto contrassegnato secondo tutte le regole.

- Come vendere scarpe nei negozi offline meglio che su Frutti di bosco e Lamoda?

I mercati negli ultimi anni sono stati un serio concorrente dei tradizionali negozi al dettaglio - offline, come si dice ora. Questa è una tendenza del mercato, ma ciò non significa che i negozi scompariranno completamente. Naturalmente, per competere con l'e-commerce, molti proprietari di negozi dovranno provare, ma questo è del tutto possibile. Il cliente moderno si preoccupa per il servizio, l'assortimento, la scelta, l'alto livello di servizio. Inoltre, credo che ci sia più fiducia nei negozi monomarca rispetto al semplice segno "Scarpe". I moderni sistemi IT offrono opportunità molto interessanti, secondo me, per i programmi di fidelizzazione, questi sono bonus cumulativi, sconti, ecc. Bene, nessuno vieta di combinare trading online e offline. Un negozio può anche essere un punto di emissione di ordini Internet, può mantenere la propria pagina Instagram, ecc. È del tutto possibile competere con posizioni di mercato per la leadership.

- Come si svilupperà il settore calzaturiero secondo te?

L'era del cambiamento globale ha raggiunto il mercato delle scarpe. Da un lato, vediamo una tendenza costante nello sviluppo del trading online, in particolare i mercati si stanno sviluppando: Wildberries, Lamoda; Vediamo un costante aumento delle vendite da questi siti.

D'altra parte, c'è una chiara tendenza al consolidamento del mercato. Ci aspettiamo una ridistribuzione del mercato a causa del consolidamento di grandi attori e della scomparsa di coloro che non sono stati in grado di riorganizzarsi sulle moderne "rotaie". Ora sta diventando più difficile per i piccoli giocatori e i piccoli proprietari di negozi. Chi non tiene il passo con i tempi - potrebbe chiudere nel 2020.

Speriamo che l'introduzione dell'etichettatura svolgerà un ruolo positivo e migliorerà il mercato, eliminando l'enorme quantità di importazioni grigie. Adoriamo la concorrenza, quindi per noi il futuro del mercato delle calzature sembra molto ottimista!

Intervistato da Ekaterina Sergeeva

Gaydarovich Dmitry Vitalyevich, vicedirettore generale delle vendite, nell'azienda da 4 anni. Informazioni su affari, cambiamenti del mercato, segreti di vendita e buon marchio.
3.3
5
1
1
Si prega di valutare l'articolo
Midinblu

Materiali correlati

È necessario ridurre gli acquisti di scarpe per la stagione autunno-inverno 2020/21

La recessione dell'economia russa nel 2020 e, di conseguenza, la riduzione del consumo di scarpe pro capite, sfortunatamente, è l'inevitabilità che dovremo affrontare. Ad aprile, autore regolare ed esperto della rivista Shoes Report, ...
06.05.2020 5414

GEOX: "La vendita al dettaglio di moda di oggi, come l'aria, ha bisogno di diversificazione aziendale e nuove tecnologie"

Il marchio di scarpe italiano Geox è noto nel mercato russo da molto tempo, da oltre 20 anni. L'azienda produce scarpe da uomo, donna e bambino, nonché una linea di abbigliamento e accessori. Tutte le linee sono presentate in Russia, inoltre: il mercato russo fa parte di ...
28.01.2020 3540

"La marcatura sarà e influenzerà non solo le scarpe"

Nel prossimo futuro, inizierà un esperimento volontario sulla marcatura delle scarpe, a cui qualsiasi azienda può prendere parte, per ora, ripetiamo, volontariamente.
26.03.2018 8083

La marcatura delle scarpe è una sfida per l'IT

Alexey Chernyshev, Akfa: "Una società che non ha specialisti IT competenti nel proprio staff non può risolvere il problema con la marcatura".
31.10.2018 13622

Contrassegnare con gli occhi di un grossista. I dirigenti di AXA parlano dei primi risultati del nuovo sistema

In conformità con la decisione del governo della Federazione Russa, la marcatura obbligatoria delle scarpe inizierà il 1 ° luglio 2019, prima che restino poco più di sei mesi. SR ha chiesto come stava andando il progetto di etichettatura pilota, quali difficoltà ha dovuto affrontare ...
21.12.2018 9524
Quando ti registri, riceverai notizie e articoli settimanali sull'attività calzaturiera sulla tua e-mail.

All'inizio