Rieker
Come non innamorarsi dell'esca delle mamme parsimoniose
02.07.2014 3728

Come non innamorarsi dell'esca delle mamme parsimoniose

L'acquisto di scarpe o un vestito in una volta, e poi il ritorno è una tattica delle ossessionate vittime della moda, dei poveri studenti e, come si è scoperto, delle madri economiche. Il problema con il ritorno delle scarpe festive per bambini è stato condiviso dal nostro lettore Natalya di Tolyatti. La via d'uscita è offerta da un esperto di esperienza nel merchandising Angelica Novitskaya.

Scrive Natalia, proprietaria di un negozio di scarpe per bambini a Togliatti: “Diverse volte all'anno affronto lo stesso problema. Prima dell'8 marzo o del nuovo anno, i clienti acquistano scarpe per bambini festose e, subito dopo le matinée, le restituiscono con il pretesto che non gli piacciono più. Una settimana dopo le vacanze, potrebbero esserci 5-7 resi contemporaneamente. I bambini indossano le scarpe per una matinée per 30-40 minuti, camminano su tappeti e piastrelle, così il tallone e il naso rimangono completamente intatti. I nuovi collant non lasciano impronte sulla soletta. In generale, non posso provare che le scarpe fossero in uso. E gli acquirenti sono insolenti, fanno scandali, anche se hanno misurato nel mio negozio proprio in un abito festivo. E non posso fare niente - restituisco i soldi. Come affrontare questa situazione? Ho l'opportunità di provare in qualche modo che le scarpe erano indossate? Come evitare tali problemi? "

Anzhelika Novitskaya, un'esperta di materie prime di prodotti non alimentari nell'organizzazione di esperti indipendenti "Laboratory of Expert Research" risponde:

"Permettetemi di ricordarvi che in conformità con la legge sulla protezione dei diritti dei consumatori, l'acquirente ha il diritto di restituire il prodotto entro 14 giorni dalla data di acquisto senza fornire alcuna motivazione, se il prodotto non è stato utilizzato, la presentazione, le etichette di fabbrica e l'imballaggio (scatola) sono stati conservati. Per restituire, devi avere un passaporto e una ricevuta del cassiere che conferma il pagamento della merce.

Tracce di funzionamento, di regola, sono sempre evidenti. Queste possono essere pieghe nella parte del calzino, le suole della suola. Ma questi cambiamenti potrebbero essere sorti a causa di ripetuti adattamenti nel negozio, quindi il problema è discutibile. Se ci sono segni di sfruttamento, il venditore ha il diritto di non riprendere le scarpe. In futuro, le controversie tra il venditore e l'acquirente vengono risolte al meglio attraverso un esame. Se non ci sono segni di funzionamento, il proprietario del negozio, purtroppo, è obbligato a restituire il denaro.

Per evitare situazioni di conflitto in futuro, puoi adottare il fatto che per restituire è necessario conservare le etichette di fabbrica. Attacca alle scarpe etichette grandi e visibili che non possono essere nascoste e posiziona i sigilli in punti prominenti, ad esempio su una cinghia. La cosa principale è che le scarpe con tali etichette non possono essere utilizzate, nemmeno per mezz'ora a una matinée. La presenza e l'integrità delle etichette serviranno da indicatore se la scarpa è stata utilizzata o meno. Ma questa tattica ha i suoi rischi: a volte l'etichetta o il sigillo sono attaccati in modo tale che l'acquirente non può provare completamente le scarpe nel negozio e l'incapacità di rimuovere l'etichetta che interferisce li respinge dal fare un acquisto del tutto.

L'acquisto di scarpe o un vestito in una volta, e poi il ritorno è una tattica delle ossessionate vittime della moda, dei poveri studenti e, come si è scoperto, delle madri economiche. Il problema con il ritorno delle scarpe festive per bambini ...
5
1
Si prega di valutare l'articolo

Materiali correlati

I produttori di scarpe brasiliani invitano gli acquirenti dalla Russia e dai paesi della CSI a incontri di lavoro in formato online

Dal 21 giugno al 2 luglio, in Russia e nei paesi limitrofi, si terranno incontri b2b online dei maggiori produttori brasiliani e buyer russi. Gli eventi sono sponsorizzati da Brazilian Footwear, un programma governativo che ...
07.06.2021 368

DEOX rafforza la sua posizione di mercato

SR ha deciso di scoprire con quali problemi i calzolai russi dovevano vivere e lavorare e chiedere ai produttori di lavorare nella realtà odierna. Questa raccolta di materiali si concentrerà sull'impatto della pandemia di coronavirus sul business calzaturiero nazionale, ...
02.02.2021 2280

Lillian Roor, direttore vendite ARA in Russia: “ARA Shoes si impegna a essere il produttore più high-tech di calzature alla moda.

Il marchio di scarpe tedesco ARA è conosciuto e amato in Russia da molto tempo, sin dall'epoca sovietica. Quest'anno il marchio compirà 72 anni. L'azienda ha superato le difficoltà e le sfide causate dall'attuale pandemia di coronavirus e continua ad attuare i suoi piani. Sul…
17.05.2021 1481

Esclusivo: intervista del CEO di ECCO Russia Denis Tomashevsky al capo redattore di Shoes Report Natalia Timasheva

Un anno fa, la società danese ECCO ha acquisito l'intera attività di vendita al dettaglio del suo distributore russo, annunciando così la serietà delle sue intenzioni e dei piani a lungo termine per il mercato russo. Le scarpe del marchio danese sono conosciute e amate da tempo in Russia. ...
06.04.2021 3503

Lo stabilimento Nordman sviluppa canali di vendita online e si affida alla sostituzione delle importazioni

Alexey Sorokin, direttore marketing della fabbrica Nordman, risponde alle domande di SR. Per 24 anni di lavoro, il team di una piccola impresa manifatturiera di Pskov si è trasformato in una grande impresa russa e un team di specialisti che lavora ...
02.02.2021 2209
Quando ti registri, riceverai notizie e articoli settimanali sull'attività calzaturiera sulla tua e-mail.

All'inizio